Soveria Mannelli

 

Comune nella Sila piccola della provincia di Catanzaro, costituito dal capoluogo e dalle località Bivio Bonacci, Celifetto, Colle, Santa Margherita, Cupa, Gesonte, Pirillo, Santuopo, e case sparse. Il territorio, che si estende per 20,37 kmq, confina con quello dei comuni di Carlopoli, Decollatura, Gimigliano nella stessa provincia di Catanzaro, e con quelli di Bianchi, Colosimi, Pedevigliano in provincia di Cosenza. L'abitato è in declivio, con la parte più antica in alto, e la parte moderna lungo l'innesto delle strade che lo attraversano. È a 744 metri d'altezza sul livello del mare; a 43 km da Catanzaro, cui è collegata per la nazionale 19.

 

Cenni storici


Il paese sorse nel corso del settecento in territorio di Scigliano, di cui divenne casale, seguendone le sorti. I francesi, per la legge 19 gennaio 1807, ne facevano un luogo, ossia Università, nel cosiddetto governo di Rogliano. Poi, nel riordino disposto per decreto 4 maggio 1811, istitutivo dei Comuni e dei Circondari, gli erano assegnati i villaggi, di Mannelli, S.Tommaso, Castagna, Colla e Pirillo, ed era incluso nel Circondario di Scigliano. Per il nuovo assetto dato dal Borbone con l'istituzione della nuova provincia di Reggio e il ripristino di quella di Catanzaro - legge 1 maggio 1816 - era trasferito in quest'ultima, ed assegnato nel Circondario di Serrastretta. Per decreto 2 giugno 1833, che scomponeva il Circondario di Serrastretta per l'istituzione di quello di Feroleto Antico, era confermato nella giurisdizione del primo. Nei pressi di Soveria, il 30 agosto 1860, le forze borboniche del Generale Ghio si arrendevano senza combattere al generale Garibaldi. L'economia si basa sulla produzione di patate, leguminose ed uve. Vi si allevano ovini di razza selezionata locale. L'artigianato è presente con impianti per la lavorazione del latte, la costruzione di mobili ed infissi di legno, maglieria. E' una ricercata località di villeggiatura estiva, in questo periodo si organizzano attività culturali e di divertimento, rientranti nella manifestazione: "Essere a Soveria".

 

Beni architettonici presenti:

 

Soveria Mannelli: Palazzo Marasco, Villa Pellico, Casa Chiodo, Casa Grandinetti, Palazzo Municipale Cimino, Casa Peronace, Casa Cardamone, Casa siriani, Casa De Filippis, Chiesa di San Giovanni Battista;
San Tommaso: Palazzo Cimino, Palazzo Micciulli, Chiesa di S. Michele Arcangelo;
Località Abbandonata: Chiesa della Madonna degli Abbandonati;
Località Colla: Chiesa della Madonna del Rosario;
Località Pirillo: Chiesa della Madonna della Salute;
Località Fajicchio: Mulino Fajicchio;
Località Baraccone: Mulino Pizzuto;
Località Galice: Mulino Galice di Pascuzzi;

La Parrocchia è intitolata a S.Giovanni Battista. Il Patrono, S.Giovanni, è festeggiato il 24 giugno. Mercato la Domenica. Fiere vi si tengono nel Sabato e Domenica di luglio, nella terza e quarta Domenica d'ottobre, l'otto ed il 13 dicembre. Gli abitanti sono detti Soveritani.

 

Sito Web Istituzionale: www.soveria.it
 

Comunità Montana dei Monti Reventino Tiriolo Mancuso

Via Miguel Cervantes n. 10

88049 Soveria Mannelli

reventino@comontreventino.cz.it

segreteria.cmreventino@asmepec.it

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.111 secondi
Powered by Asmenet Calabria